04 marzo 2007

Minestra di miglio e zucca


Il miglio è uno dei miei cereali preferiti: versatile, dolce e soprattutto veloce da cuocere, è un assiduo frequentatore della mia cucina. L'ho scoperto solo alcuni anni fa, quando non ero ancora vegan, e ne avevo subito apprezzato gusto e consistenza. In molti tutt'ora diffidano di questo cereale, spesso associato al cibo per canarini e pennuti vari! Eppure il miglio era diffuso in tutta l'Europa medievale, grazie soprattutto alle sue doti di conservabilità e di non deperibilità - a quanto pare la Repubblica di Venezia riuscì a sopravvivere all'assedio genovese durante la guerra di Chioggia (1379-1381) grazie anche alle scorte di questo cereale. Oggi, quasi del tutto scomparso dalle tavole del nostro continente, viene comunemente consumato in Africa e in Asia.

Abbinato alla zucca, come vi propongo qui, è un classico: il miglio, disfacendosi in cottura, si amalgama al sapore dolce dell'ortaggio invernale, dando vita a un piatto delicato e cremoso.

Ingredienti (per 6):

miglio 3 tazze (600 g circa)
zucca Hokkaido 1 grosso pezzo (300 g circa)
cipolla 1

olio extravergine d'oliva 3 cucchiai
rosmarino secco 1 cucchiaino (altrimenti 1 rametto fresco)
sale marino integrale 1 cucchiaino raso

Condimento finale
olio extravergine d'oliva 1 cucchiaino a persona

Tempo di preparazione: 45'

Lavate e sciacquate il miglio. Portate a ebollizione 10 tazze d'acqua.
Tagliate la cipolla a rondelle e la zucca a dadini (se bio, tenete la buccia). Fate saltare in una pentola capiente cipolla e zucca con 3 cucchiai d'olio e il rosmarino per 5 minuti.
Aggiungete quindi il miglio e versate l'acqua bollente, ricordandovi prima di eliminare il rametto di rosmarino se avete usato quello fresco (pena ritrovarvi fastidiosi aghetti in bocca!).
Aggiungete il sale, coprite e fate cuocere a fuoco basso per 30 minuti.
Al termine mescolare, versare nei piatti e aggiungere 1 cucchiaino di olio d'oliva per ogni porzione.

6 commenti:

Principessa_Tulipano ha detto...

Ciao, yari!
carino il blog, lo metto tra i preferiti!

val ha detto...

Ciao Yari, la tua ricetta mi ha incuriosito... Come si utlizza il miglio? ha il tempo di cottura del riso?
Avrei proprio voglia di provarlo...
Un caro saluto.

Yari ha detto...

@Principessa Tulipano
Grazie! Anch'io trovo il tuo blog molto interessante, lo leggerò con piacere!

@Val
Il miglio cuoce in minor tempo rispetto al riso, basta cuocere una parte di cereale in 2 parti d'acqua per 20 minuti. Tende inoltre a disfarsi e a compattarsi, quindi è possibile anche ottenere una sorta di polentina, da usare come quella di mais classica. Buona giornata!

romina ha detto...

Anche questo piatto mi piace un sacco..Poi adoro la zucca, quindi sono di parte....quando mia madre la cucina fritta è il massimo....

comunque è vero, il miglio anche a me ha sempre dato l'impressione di essere un cibo "secondario"...quasi "non serio"....quanto siamo influenzati dalla nostra società...accidenti!!!!!

Yari ha detto...

@Romina
La zucca non l'ho mai cucinata fritta. Come fa?
Fidati, il miglio è buonissimo!

Tributo a Michael Jackson ha detto...

................