13 gennaio 2007

Pasta al forno


Innanzi tutto mi scuso per la lunga assenza dal blog, mi sono preso due settimane di stacco, complici le ferie natalizie, e il rientro in ufficio e il ritorno al normale delirio quotidiano (palestra, piscina, giapponese, svedese...) hanno ulteriormente ritardato i miei post. In ogni caso sono riuscito a cucinare molto durante queste vacanze, quindi ho un bel po' di materiale da pubblicare.
E iniziamo subito con un piatto che ho cucinato domenica scorsa, e che sembra aver riscosso il favore dei commensali: la pasta al forno. La ricetta non è di mia invenzione, l'ho presa pari pari dalla Vegagenda 2007, pur apportando qualche minima modifica.
Ma andiamo nello specifico...

Ingredienti (per 4):


rigatoni di kamut 300 g
passata di pomodoro 500 g
cipolla 1
alloro 1 foglia
rosmarino secco
vino rosso 60 ml
olio extravergine d'oliva 6 cucchiai
farina bianca 00 1 cucchiaio
scarti di verdure (cavolfiore, porri, carciofi)
noce moscata
sale marino integrale

Tempo di preparazione: 1h30' circa

Innanzi tutto preparate un brodo vegetale: mettete a cuocere in una pentola con un litro d'acqua degli scarti di verdure (io ho usato dei gambi di carciofo, delle foglie di cavolfiore e gli scarti di qualche porro); in mancanza di scarti, usate una cipolla, una carota, del sedano e quant'altro vi suggerisce la fantasia. Lasciate sobbollire almeno per venti minuti. Scolate, raccogliete il brodo, salatelo leggermente, ed eliminate gli scarti. Tenetene da parte 300 ml per la ricetta.
Tritate ora la cipolla, e rosolatela in una padella con 4 cucchiai di olio, l'alloro e il rosmarino. Versate il vino e fatelo evaporare. Aggiungete poi la passata, salate e fate cuocere a fuoco basso per 15 minuti. Eliminate le foglie di alloro.
Preparate ora una besciamella leggera: mescolate in un pentolino la farina, il sale, un pizzico di noce moscata e 2 cucchiai di olio. Mettete sul fuoco (basso), e aggiungete, rimestando continuamente sempre nello stess
o verso il brodo preparato precedentemente. Quando inizia a bollire, spegnete.
Mettete a bollire l'acqua per la pasta: quando bolle, salatela e buttate la pasta. Scolatela al dente (attenetevi ai tempi di cottura indicati sulla confezione).
Accendete il forno a 200°.
Prendete ora una teglia, sistemate un pochino di salsa e di besciamella, un primo strato di pasta, uno strato di salsa, uno di besciamella, e così via, concludendo con salsa e besciamella.
Infornate e lasciate gratinare per 20 minuti.
Buon appetito!

12 commenti:

Vera ha detto...

Bentornato. :)

Yari ha detto...

Grazie ;)

Marta ha detto...

Buona la pasta al forno...che fame....e la vegagenda 2007 è molto bella e molto utile...quest'anno mi dedicherò a fare il panettone...così magari per Natale sarò riuscita a preparane uno buono buono..ehehe perchè qui da noi In Svizzera di panettoni vegan non ne ho trovati!!! :-(

Ciao ciao
;-))

Yari ha detto...

Peccato... Anch'io quest'anno mi cimentero' nel panettone, vedremo che verra' fuori...

romina ha detto...

gnam...gnam....^_^...sei un cuoco vegan eccezionale....

Yari ha detto...

Grazie Romy, questa poi te la rifaccio!

mattop ha detto...

Pasta al forno!!! Ottima per ravvivare l'umore in queste giornate uggiose e nebbiose a Milano!
bravissima per il blog!!!

Yari ha detto...

Grazie mattop... ma sono un maschietto! :)

romina ha detto...

per essere precisi...un uomo bello e bravo....(ok, confesso di avere un debole per il mio fratellino di cuore!!)...^_^...

Yari ha detto...

Soprattutto bello ;-)

Anonimo ha detto...

Questa l'ho mangiata anche io, ero tra i commensali! e la consiglio vivamente, era buonissima!!

Cristiano

Yari ha detto...

@ Cristiano
Grazie!