09 dicembre 2007

Latke


La sera del 4 dicembre è iniziata la festività ebraica di Chanukah, nota anche come Festa delle Luci. La festività dura otto giorni (quest'anno fino al 12 dicembre) ed è l'unica a cavallo di due mesi del calendario ebraico, Kislev e Tevet. Viene commemorata la consacrazione del nuovo altare del Tempio di Gerusalemme dopo la vittoria dei Maccabei sui Seleucidi, che intendevano far scomparire le specificità del giudaismo. Festa minore dell'ebraismo, a partire dalla seconda metà del Novecento diviene sempre più importante, sia come rappresentazione della volontà di sopravvivenza del popolo ebraico, sia come festività durante cui scambiarsi regali che rappresentasse un sostituto ebraico del Natale (Chanukah cade difatti sempre a dicembre).

Uno dei piatti tipici di questa festività ebraica sono i latke, termine yiddish che designa delle frittelle di patate, e di cui vi propongo la ricetta (l'originale prevede l'utilizzo di uova).



Latke

Ingredienti per 8 frittelle

patate 1,3 kg
cipolla 1
fecola di patate 2 cucchiai colmi
farina "0" 3 cucchiai
cremortartaro 1 cucchiaino
sale marino integrale 1 cucchiaino
pepe nero ½ cucchiaino
olio extravergine d'oliva 8 cucchiai

Come accompagnamento
composta di mele* 8 cucchiai
*senza zucchero

Tempo di preparazione: 1h30'

Sbucciate la cipolla e tritatela. Sciogliete la fecola di patate in 4 cucchiai d'acqua.
Pelate le patate, lavatele e grattuggiatele finemente. Mescolate bene alle patate la cipolla, il composto di fecola e acqua, la farina, il cremortartaro, il sale e il pepe.
In un padellino da crêpe fate scaldare un cucchiaio d'olio, versate un po' del composto e appiattitelo bene facendolo aderire al padellino. Fate friggere per 5' circa, fino al formarsi di una crosticina bruno-dorata e poi girate la fritella dall'altro lato aiutandovi con un piatto. Fate cuocere per 4'-5'. Ripetete l'operazione per le altre frittelle. Man mano che le preparate tenetele al caldo se non vengono consumate subito. Accompagnatele con della composta di mele senza zucchero.


Nel centro di Torino, nel quartiere multietnico di San Salvario, svettano le torri del tempio ebraico, una delle principali sinagoghe d'Italia.

6 commenti:

nataraja ha detto...

lo sai che anche la cucina yiddish mi ispira??questa tortina io la faccio salata, viene molto buona...devo provarla però anche così!
invece di dolce faccio la treccia yiddish"Challa"..l'ho anche postata tempo fa..potrei rifarla in occasione della festa delle luci!Grazie dell'idea!
(avete deciso il menù della cena vegan??)

Celidonia ha detto...

Ma che buone!! Dovrò sperimentare la ricetta al più presto! :o)

yari ha detto...

@Nataraja
Ho visto la ricetta della treccia, mi ispira davvero molto!
Sì, più che una cena, sarà un buffet natalizio, avremo una trentina di piatti diversi.

@Celidonia
Sì, vengono molto bene tra l'altro, la consistenza è perfetta.

giu&cat ha detto...

http://www.lionetwork.net/images/Hanuka-LH.swf

Morrigan ha detto...

Bell'idea Yari, sarà che a me le patate piacciono tanto e sulla cucina ebraica chiederò lumi a una mia amica archivista... Noemiiiii!
Gnam

yari ha detto...

giu&cat
Grazie per il link ;-)

Morrigan
Fammi sapere che ti dice la tua amica (e se ha qualche altra versione!)