07 gennaio 2008

Mangiare veg nella Granda

Le vacanze di Natale sono ormai un ricordo, anche perché ho ricominciato a lavorare già la settimana scorsa. Da Santo Stefano a Capodanno me ne sono andato nella casa dei miei in montagna, nel Monregalese, in provincia di Cuneo. Qui, tra paesaggi boschivi e cime innevate, nella provincia più tradizionalista e agricola del Piemonte (la Granda, così è soprannominata la provincia di Cuneo), è possibile sopravvivere all'orgia di carni bovine e formaggi che sembrano essere l'unico ingrediente di ogni piatto. Sono riuscito difatti a scovare due posticini che offrono un'elevata qualità di ingredienti con la possibilità di avere un menù completo 100% vegetale.

A cinque kilometri da casa mia, nel comune di Frabosa Soprana, non lontano dalla cittadina secentesca di Mondovì e dal comprensorio sciistico di Prato Nevoso e Artesina, il ristorante dell'Hotel Miramonti offre la possibilità di avere menù vegetariani, vegani e macrobiotici.



Grande cura è data agli ingredienti, tutti di coltivazione biologica, all'utilizzo di cereali integrali e verdure di stagione. Le verdure la fanno da padrone: molte sono quelle dell'orto dell'albergo, e l'antipasto a buffet, per veg e no, è sempre costituito da una vasta scelta di pinzimoni e verdure crude, da condire con olio extravergine d'oliva, aceto di mele, scaglie di mandorle. Il pane (integrale) viene prodotto in casa, così come casalinga è la preparazione del seitan, particolarmente morbido e saporito.
Dopo una serie di antipasti a base di verdure crude, pinzimoni e crostini con paté di olive, mi si è presentata un'abbondante porzione di riso integrale al rosmarino. Piatto forte il seitan fatto in casa, e accompagnato da verdure invernali saltate in padella. A conclusione frutta fresca, prugne in conserva casalinga e pere al forno.


Hotel Miramonti
Via Roma 84
12082 Frabosa Soprana (CN)
tel. 0174 244533
info@miramonti.cn.it
http://www.miramonti.cn.it/
Autostrada Torino-Savona, uscita Mondovì



Altro luogo ancora più suggestivo, soprattutto d'inverno, è la Locanda Mascha Parpaja.


Nel cuore della Valle Maira, una delle terre occitane, questo piccolissimo locale, ricavato all'interno di una tipica casa di pietra risalente al XVIII secolo, offre una cucina curata che si rifà alle tradizioni piemontesi e occitane.



Di regola troverete sempre un'alternativa vegetariana per ogni portata, se volete un menù vegano basta chiamare e chiedere. Jennie, la chef di origine australiana, sarà lieta di elaborare un menù non violento e vegetale.


In lingua occitana, Mascha è la strega (la Val Maira e la vicina Val Varaita, aspre e selvagge, sembrano esserne densamente popolate - attenzione, la mascha non è necessariamente malvagia), Parpaja è la farfalla. La leggenda che ruota attorno al nome del locale è spiegata con dovizia di particolari sul menù.


L'ultima volta, dopo un tris di antipasti (barchette di belga con noci e castagne, caponata piemontese e lenticchie alla provenzale), si è proseguito con una ricca fagiolata e con una terrina di cavolo rosso e pinoli al forno, concludendo con un plateau di fresche clementine.



Il tutto annaffiato da un buon Nebbiolo biologico delle Langhe :-)


Mascha Parpaja - Locanda delle Terre d'Oc
Borgata Preit 33
12020 Canosio (CN)
Tel. 0171 998206
info@locandaelfi.it
http://www.locandaelfi.it/
Autostrada Torino-Savona, uscita Cuneo







19 commenti:

Vera ha detto...

Oddioooo, voglio andare alla Mascha Parpaja!!!

yari ha detto...

Quando capiti a Torino o dintorni ti ci porto!

Arame ha detto...

entrambi i ristoranti mi sembrano un vero sogno...
fantastiche le foto, e l'atmosfera calda che descrivono.

grazia ha detto...

Ecco cosa ancora non ho fatto!
Perlustrare i dintorni!! Eppure ho una gran - o meglio una "granda" - voglia di visitare il cuneese!!
A presto Yari!

Celidonia ha detto...

Wow, anch'io voglio andare alla Mascha Parpaja!! :oO

yari ha detto...

@Arame
Grazie, soprattutto Mascha Parpaja è un posto magico.

@Grazia
Bentornata! Ti consiglio innanzi tutto un bel giro delle Langhe, la cittadina medievale di Saluzzo, il castello della Manta e il castello di Racconigi.

@Celidonia
Organizza una trasferta con Vera ;-)

Vera ha detto...

Sìììììì io e celidonia a parlare occitanoooooo! :p

Erbaviola ha detto...

meravigliosa segnalazione!!! Alla prossima scorazzata da quelle parti ci andiamo di sicuro! Magari a seguire un bel concerto dei Lou Dalfin ;) anzi... quasi quasi vado subito a vedermi le date e organizzo la giornata all'insegna dell'occitania... come si dice.. que l'ai va, lo fa :D

yari ha detto...

@Vera
:-)

@Erbaviola
Allora buona giornata occitana! Tra l'altro dovrebbe esserci qualche loro concerto a breve, ho visto i cartelloni mentre andavo alla locanda.

Erbaviola ha detto...

Ho visto che ce n'era uno oggi a Torino ma è saltato; ma tanto non avremmo fatto in tempo. Però abbiamo visto che ce n'è un altro il 14 febbraio sempre a Torino :D ...si sta profilando un san valentino da urlo... pranzo nel canavese, pomeriggio a zonzo, compere e spuntino a Piozzo (indovina! eheheh), poi concerto dei Lou Dalfin a Torino. Incrocio da ora le dita, che non ci blocchi il solito lavoro dell'ultimo minuto!!! Grazie per l'idea Yari!!

Morrigan ha detto...

E cribbio Yari, devo farlo presente al naturalista così la prossima volta che veniamo su questi due localini, soprattutto quello della strega, non ce li facciamo sfuggire.
Ma tu ci sei mai andato all'azienda agricola "Il frutto permesso" di Bagnolo Piemonte, che organizza delle cene a tema settimanali veramente "porcone" e una di queste, solitamente, è anche vegetariana? (sul vegana non mi pronuncio ma non credo).
Belle zone quelle
Gnam!

nataraja ha detto...

ciao Yari , che fortuna avere a portata di pochi km certi localini!!!meraviglia!ciaooo

yari ha detto...

@Erbaviola
Allora speriamo che vada tutto bene per san Valentino :-)

@Morrigan
Non ci sono mai stato, anche se acquisto la loro frutta e verdura bio e altri prodotti conservati che vendono nel loro punto vendita di Torino. Le cene vegetariane che propongono sono purtroppo essenzialmente formaggiose, quindi mi tocca evitarle!

@Nataraja
E per fortuna ce ne sono anche tanti altri :-)

mammafelice ha detto...

Ciao, complimenti per il tuo blog che adooooro! :)
Ah! Il frutto permesso!!!!
Ho fatto lì una cena quando ero vegetariana, la sera che sono andata io il tema erano i fiori (sono a tema sempre, se non sbaglio) e non era troppo formaggiosa!
Bè, i tomini c'erano, però ricordo un'insalata mista con fiori di campo, una pasta credo alla rosa (mmm, forse lì un po' di panna...) e il sorbetto alla violettaaaaa!
Devo assolutamente andare al ristorante della Mascha.
Invece ti segnalo un ristorante che si chiama "La cà del Buc" a Garzigliana.
Lo conosci? Non è nemmeno vegetariano, ma prenotando e chiedendo mi aveva fatto un capolavoro di cena; non ci sono tornata da vegana, ma credo che chiedendo per tempo il cuoco si sbizzarrisca, perchè è un vero amante del suo lavoro. E' tutto fatto in casa, dal pane ai grissini, tutto studiato e bilanciato nei colori e nei sapori.
Bisogna sfidarlo assolutamente con una cena veg!
Ancora mille complimenti!

yari ha detto...

@Mammafelice
No, non lo conosco, ora proverò a cercarlo e a contattarlo.
Grazie per i complimenti, ho appena scoperto il tuo blog, ci sono alcuni spunti molto interessanti!

mammafelice ha detto...

Il 15, per il compleanno del mio (come si dice al giorno d'oggi: compagno???) lui, siamo andati a Frabosa e ci siamo regalati un pasto all'hotel Miramonti! Buono il seitan della casa con i funghetti freschi!!!!
Che strano paesino che è Frabosa Soprana, sembrava tutto un paese fantasma tranne l'hotel!
ciao

yari ha detto...

@mammafelice
Leggo con un po' di ritardo... Vi siete trovati bene? Cos'altro avete mangiato?
Frabosa Soprana ora è un po' deserta, la stagione estiva inizia la prossima settimana, con la riapertura degli impianti di risalita.

mammafelice ha detto...

Abbiamo mangiato bene sì sì! Antipasti della casa (verdure varie, melanzane in pastella, ceci in insalata, zucchine grigliate, primo della pasta al forno alle zucchine e dopo il seitan coi funghi macedonia!
Ieri invece siamo finalmente riusciti ad andare alla Masha Parpaja!!! Delizioso: insalata di valeriana con asparagi,lenticchie alla provenzale e giardiniera. Come primo io ho preso riso ai fiori di zucchina e chardonnay, il mio lui crema di zucchine al curry. Secondo per me cavolo rosso con pinoli e uvetta, come nella tua foto, mentre Daniele ha preso cavolfiore alle nocciole. Infine una macedonia di frutti di bosco e mela!
Tutto buonissimo (specie il pane fatto inncasa!), locale e posto bellissimi e super gentile la nostra ospite!
Ci torneremo assolutamente, merita farci proprio qualche giorno di vacanza!

Madda ha detto...

Ottime dritte
Fontane & val Corsaglia forever!!!
Madda