24 maggio 2007

De vinibus


Grazie a questo blog ho potuto conoscere molte persone interessanti, persone sicuramente non superficiali, e che sanno andare al di là di quella immagine da "Italietta" che ci viene propinata quotidianamente dai mass media. Una di queste è una giovane appassionata di vini, e viticoltrice lei stessa, che mi ha colpito per la passione con cui realizza i suoi vini. E, vi assicuro, che quello che fa, lo sa fare! Nel suo blog troverete un accenno a come sono riuscito ad assaggiare i suoi vini, frutto di tanto lavoro e dedizione.


Ma, oltre al boquet sprigionato dalle sue bottiglie, e alla leggerezza dei suoi vini, una cosa che mi ha particolarmente colpito è l'attenzione ai particolari, che appagano la vista, così come il gusto.


Davvero i miei complimenti a Val, nella speranza che possa crescere e farsi conoscere, senza perdere mai l'entusiasmo e la cura con cui realizza questi suoi piccoli capolavori.
(Quello nelle foto è il suo Soave Brut, uno spumante effervescente e leggero come uno champagne, che ha accompagnato perfettamente tutto un pranzo, dall'antipasto - una crema di tofu e olive - al dessert - il dolce di mele e arance di cui trovate la ricetta qui).

8 commenti:

romina ha detto...

ottimo blog...è vero sono astemia, ma mi piace moltissimo chi riesce a rendere realtà le proprie passioni..chi ci crede e lo fa bene.....

bravo, yari...ad aver scovato una persona bella....

Arame ha detto...

Questo post è bellissimo! Mi piace e concordo con te su tutto. Anche io sono rimasta stregrata da Val, anche se non ho mai commentato nel suo blog, si percepisce la sua forza a la sua determinazione da quelle pagina virtuali! Sto scoprendo un mondo decisamente più bello in rete rispetto a quello reale. A volte mi chiedo se è così perchè non ho la fortuna di conoscervi dal vero, o più semplicemente, e forse anche auspicabile, che nell'anonimato, non avendo paura di giudizi, è più facile tirare fuori la parte più vera di sè?...
Non lo so!! Però quel vino me lo sognerò :)

Yari ha detto...

Romina, ma quale astemia, sappiamo tutti quello che è accaduto dopo quel coca e rum di qualche anno fa... ;-))

Grazie Arame, penso che tu abbia questa sensazione più che altro perché sulla rete è più facile selezionare persone affini a noi per interessi e modo di pensare. E sicuramente fa molto piacere vedere che c'è tanta gente che la pensa in maniera simile a te.

Vera ha detto...

Anch'io sono astemia!! :( :(

~Alisea~ ha detto...

Hic!!
Io non sono astemia... ^o^
Prosit!

Yari ha detto...

Prosit!

PS. A Romina e Vera... Non sono però un grande bevitore neppure io! Però un vinello ogni tanto ;-)

val ha detto...

Yari...che dire...se non che nella solitudine della mia cantina, davanti a questo freddo monitor, ebbene sì...mi sono commossa!! Poter conoscere delle persone così speciali e condividere con loro delle emozioni, anche senza averle mai viste, ma solo per averle riconosciute "a pelle": allora forse è questo il vero grande miracolo dei tanto discussi blog.

Grazie per le tue parole, delicate e allo stesso tempo capaci di fare tanto bene al cuore!
A volte mi sembra che tutto ciò che si fà con passione, sorretto dai principi in cui crediamo, alla fine dei conti non arrivi a nessuno. Mi prende quasi il terrore che l'imbrogliare la gente e il "vendere fumo" (anche fumo mascherato da vino purtroppo) paghino di più e complichino meno la vita.
Per fortuna ci sono persone come te (ma voglio ringraziare anche romina e arame, pur non conoscendole ancora) che con piccoli gesti e semplici parole mi fanno tornare la fiducia in un mondo migliore.

Yari ha detto...

Grazie a te, Val!